Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

 
Closed TopicStart new topicStart Poll

> Election Day - Mil-Sim Themed Event, 22 Maggio 2016
Outline · [ Standard ] · Linear+
GiP
post Apr 22 2016, 13:07
Inviato il: #1


Ex Presidente
Group Icon

Gruppo: Soci fondatori
Messaggi: 3,137
Iscritto il: 11-January 08
Da: Arezzo
Utente Nr.: 4



I Dragon Korps organizzano:

*** Election Day ***

user posted image


- Mil-Sim Themed Event a fazioni contrapposte
- Luogo: Poggio del Prete (Battifolle)
- Orari: ritrovo ore 8:00 presso il casello autostrada A1-Arezzo
- Durata: dalle 8:30 alle 13:00 di Domenica 22 Maggio 2016

Iscrizione gratuita all'evento entro il giorno 18 maggio.


Antefatto:
Yeremen, piccolo paese posizionato al centro del corno d' Africa, è stato per anni nelle cronache internazionali per violazioni dei diritti civili della popolazione.
La comunità internazionale ha spinto per creare un nuovo governo di unità nazionale dove venissero rappresentate tutte le etnie e movimenti civili.
L' attuale dittatore Generale Al Lalloh ha deciso di farsi da parte dopo insistenti richieste di alcuni paesi europei ed americani, ma il lungo periodo di dittatura militare gli ha fornito enormi capitali e grande influenza politica nei paesi limitrofi.
Le elezioni per il nuovo governo si terranno il 22 maggio, ma data la cattiva reputazione che si è fatto il Generale sono state dispiegate forze ISAF per il controllo di tutte le operazioni di voto così che si svolgano in modo regolare e alla luce del sole.


Teams

Generale + Scorta Generale/Contractor: mimentica desert
Fronte nazionale di liberazione/civili: spezzato con il capo di abbigliamento superiore civile
ISAF: mimetica continentale




R.O.E. (Rules Of Engagement) Generali
QUOTE
Ingaggi
Ogni operatore è ingaggiabile in qualsiasi parte del campo e in qualsiasi momento, non esistono momenti morti dove gli operatori rimangono inattivi per lungo tempo in attesa di nuovi ordini.
Si valuta inizio ingaggio quando un qualsiasi giocatore viene colpito nello scontro tra le fazioni, se non ci sono “morti” si può decidere di ripiegare, dal momento in cui c’è un operatore eliminato, anche solo in una delle squadre, si deve necessariamente portare a termine l’ingaggio fino a che uno dei due team non viene eliminato del tutto o si arrende.
Alla fine dell’ingaggio chi vince lo scontro potrà continuare e ripartire per la propria strada, chi lo perde dovrà restare in loco 15 minuti per poter proseguire.

Nel caso in cui un civile venga trovato lungo le strade disarmato, può essere perquisito e controllato.


QUOTE
Mil-Sim Themed Event a fazioni contrapposte
termine "coniato" da noi DK per indicare un evento nel quale ogni giocatore dovrà svolgere i propri compiti come da storia del gioco.
Ogni fazione avrà un capo fazione di riferimento che deciderà la strategia da seguire, ovviamente questa non sarà uguale per tutti e gli obiettivi possono cambiare con lo svolgersi del gioco.


Attenzione alle news che mettiamo in quanto verranno svelati alcuni aneddoti che servono per il corretto svolgimento del game.

Seguono aggiornamenti...


--------------------
user posted image
user posted image

user posted image
Top
User is offlinePMEmail Poster
Quote Post
GiP
post Apr 27 2016, 13:38
Inviato il: #2


Ex Presidente
Group Icon

Gruppo: Soci fondatori
Messaggi: 3,137
Iscritto il: 11-January 08
Da: Arezzo
Utente Nr.: 4



user posted image

Le manifestazioni contro Al Lalloh si susseguono ininterrottamente, alcuni gruppi di contestatori hanno forzato il perimetro del palazzo presidenziale per appendere striscioni contro il regime e allo stesso tempo sono stati affissi le effigie del candidato del popolo Abdul Samice.
Dopo queste dimostrazioni di violenza l' ex-dittatore, ma ancora saldamente al comando, ha deciso di assoldare alcuni mercenari per la sua difesa personale e della sua famiglia.
Di giorno e di notte la casa e l'ufficio di Al Lalloh vengono sorvegliati sia dalle guardie personali che dalle forze militari ISAF.
A seguito delle vicende di rivolta, il capo del maggior giornale di opposizione Algip Fayhed è stato arrestato e portato in un luogo segreto.
Il garante dei diritti civili ha esposto il suo pieno disappunto per l'accaduto e chiede a forte voce la libertà per Algip Fayhed.
Nel frattempo in una conferenza stampa a sorpresa, Al Lalloh ha dichiarato che l'arresto di Algip Fayhed è stato effettuato per proteggerlo, in quanto in un recente rapporto dei servizi segreti veniva indicato come prossimo obiettivo di un attentato.


--------------------
user posted image
user posted image

user posted image
Top
User is offlinePMEmail Poster
Quote Post
Onda
post May 2 2016, 16:48
Inviato il: #3


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 2
Iscritto il: 22-April 16
Utente Nr.: 22,187



Grandi!!
Marco
Top
User is offlinePM
Quote Post
GiP
post May 2 2016, 17:45
Inviato il: #4


Ex Presidente
Group Icon

Gruppo: Soci fondatori
Messaggi: 3,137
Iscritto il: 11-January 08
Da: Arezzo
Utente Nr.: 4



QUOTE(Onda @ May 2 2016, 17:48)
Grandi!!
Marco
*



e ancora deve venire il bello asd.gif


--------------------
user posted image
user posted image

user posted image
Top
User is offlinePMEmail Poster
Quote Post
Onda
post May 3 2016, 11:12
Inviato il: #5


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 2
Iscritto il: 22-April 16
Utente Nr.: 22,187



QUOTE(GiP @ May 2 2016, 17:45)
e ancora deve venire il bello  asd.gif
*



icchè prepari....??? 13.gif
Top
User is offlinePM
Quote Post
GiP
post May 3 2016, 14:28
Inviato il: #6


Ex Presidente
Group Icon

Gruppo: Soci fondatori
Messaggi: 3,137
Iscritto il: 11-January 08
Da: Arezzo
Utente Nr.: 4



Nuovi aggiornamenti:

Oggi il direttore e giornalista Algip Fayhed è stato liberato e ha potuto riabbracciare la sua famiglia.
Non appena uscito dalla caserma, dove era imprigionato, alcuni suoi colleghi giornalisti lo hanno intervistato e ha dichiarato: "Anche se il regime dittatoriale sembra finito il Generale Al Lalloh ha ancora poteri molto forti, questi atti di intimidazione non bloccheranno la rinascita democratica del paese, il mio impegno sarà sempre più forte e aiuteremo Abdul Samice a vincere le elezioni".
Di seguito il direttore è stato scortato fino alla propria residenza dove un corpo dei servizi di sicurezza yeremiti controlla la casa.
Ogni possibile contatto con Algip Fayhed è bloccato dai militari, essi spiegano che questo serve per salvaguardare la sicurezza della sua persona e della famiglia, ma sembra che il direttore sia ostaggio in casa propria.

Voci informano il governo attuale che ci sono delle forti pressioni sui confini nord del paese, dove milizie civili si stanno organizzando per boicottare le elezioni, sempre più dichiaratamente pilotate dal Generale.
Uomini e armi passano indisturbati le frontiere creando vere e proprie zone franche, le varie tribù che appoggiano la candidatura di Abdul Samice stanno creando veri e propri campi di addestramento per le truppe nazionaliste.

Sul fronte internazionale la coalizione ISAF, che cerca di regolare le elezioni, ha deciso di intensificare i controlli nelle zone chiave ed ha aumentato le truppe dispiegate sul territorio.


--------------------
user posted image
user posted image

user posted image
Top
User is offlinePMEmail Poster
Quote Post
GiP
post May 7 2016, 00:08
Inviato il: #7


Ex Presidente
Group Icon

Gruppo: Soci fondatori
Messaggi: 3,137
Iscritto il: 11-January 08
Da: Arezzo
Utente Nr.: 4



user posted image

Nella notte il giornalista e oppositore Algip Fayhed è riuscito a eludere la sorveglianza delle forze di sicurezza che lo stavano controllando.
Lui e la famiglia sono scappati verso nord con l' aiuto di alcuni esponenti del Fronte Nazionale di Liberazione rifugiandosi presso alcune tribù yeremite.
La caccia all' uomo è scattata questa mattina alle ore 7:00 quando alcuni militari si sono accorti della fuga.
Posti di blocco e guardie armate sorvegliano i principali snodi viari e i treni vengono bloccati anche per ore in attesa di controlli.
Al Lalloh ha dichiarato: "il direttore è stato rapito da forze ostili rivoluzionarie e stiamo mettendo sul campo forze e mezzi per la sua liberazione. Nessuno riuscirà a bloccare il vento di riforme che sta ripulendo la nazione."
Oggi alle 10:00 i generali delle forze ISAF si sono riunite per decidere le unità da mettere in campo e le loro regole di ingaggio.
Nel frattempo è stato nominato capo delle operazioni ISAF in Yeremen il Generale John Fagian che subito ha dichiarato: "Non tollereremo nessun tipo di violenza sulla popolazione e faremo di tutto per far svolgere le elezioni in modo corretto e alla luce del giorno".
Non appena il Generale Al Lalloh ha ricevuto la notizia della nomina ha fatto trapelare una nota dove si dichiara quanto segue: "no comment".


--------------------
user posted image
user posted image

user posted image
Top
User is offlinePMEmail Poster
Quote Post
GiP
post May 10 2016, 08:41
Inviato il: #8


Ex Presidente
Group Icon

Gruppo: Soci fondatori
Messaggi: 3,137
Iscritto il: 11-January 08
Da: Arezzo
Utente Nr.: 4



Aggiornamento:

Alle prime ora dell'alba le unità speciali dell' esercito yeremita e alcune unità motorizzate si sono messe in marcia verso le più remote zone del nord, qui si ritiene che ci siano dei campi di addestramento del braccio armato del fronte di liberazione nazionale.
Fonti vicino al generale Al Lalloh hanno fatto trapelare la notizia che il movimento di truppe è solo dovuto ad un'esercitazione presso i confini nord, tuttavia dall'opposizione si viene a sapere che molti uomini fedeli ad Abdul Samice sono stati sommariamente uccisi solo per essersi dichiarati contrari all'ex regime.
Questa mattina, alle 10.00 ora locale, il Generale john Fagian ha illustrato alle proprie truppe le attività di controllo sul territorio e le regole di ingaggio in caso di contatto armato.

La Forza ISAF farà controlli, sia visivi che documentali, a tutte le milizie e civili che si troveranno nei confini nazionali, i militari e tutti gli organi di controllo avranno la facoltà di chiedere il motivo della permanenza in loco, le attività svolte e la direzione di passaggio.
Tutti coloro che transiteranno per i vari check point saranno perquisiti in modo da ovviare al problema di bombe o assalti dinamitardi e durante le elezioni verranno create delle zone cuscinetto che serviranno per regolamentare il flusso di elettori e controllare che tutto vada per il meglio.
In presenza di uomo armato, i militari ISAF, dovranno imporre all'individuo l'abbassamento dell'arma e l'allontanamento dalla zona, coloro che non seguiranno tali intimidazioni saranno considerati ostili e quindi trattati con la forza delle armi.
Nell'eventuale contatto con civili armati, militari o rivoluzionari, le forze ISAF risponderanno con il fuoco e nel caso in cui si imbattessero in uno scontro a fuoco tra due fazioni, essi si imporranno ai due schieramenti nell'intento di portare la pace, ma nella circostanza che questo non sia possibile, decideranno sul momento dove dirigere la loro attenzione.
Negli scontri a fuoco verrà adottata ogni forma di attività militare per sopprimere l'avversario.

Il generale Fagian ha sottolineato: "persone dei vari schieramenti stanno cercando di infiltrare loro fedeli ovunque, per questo motivo ogni uomo verrà controllato e sottoposto ad attenti accertamenti."


--------------------
user posted image
user posted image

user posted image
Top
User is offlinePMEmail Poster
Quote Post
GiP
post May 16 2016, 17:43
Inviato il: #9


Ex Presidente
Group Icon

Gruppo: Soci fondatori
Messaggi: 3,137
Iscritto il: 11-January 08
Da: Arezzo
Utente Nr.: 4



user posted image

Oggi sono stati presentati i due candidati ufficiali alle prossime elezioni, il Generale AL Lalloh e il principale oppositore Abdul Samice.
Due persone di opposti ideali che vorranno dare il meglio... o il peggio di loro... per vincere le elezioni; nel presentare i loro programmi elettorali si sono scambiati, sempre nel limite delle legalità, reciproche accuse.

Nel frattempo giungono voci di violenti scontri tra i militari e le milizie rivoluzionarie. Autentici rastrellamenti nei pressi dei villaggi hanno portato centinaia di persone nelle carceri, oramai all'orlo della sopravvivenza, e sempre maggiori sono le imboscate che decimano i ranghi dei militari.
Un documento segreto, emesso dallo stato maggiore dell'esercito, informa gli ufficiali di possibili scorte di armi nascoste nei vari villaggi, nel documento stesso sono riportate le direttive per monitorare le attività di alcuni militari dato che sono stati intercettati scambi di messaggi whatsapp con telefoni usa e getta.

Abdul Samice dichiara: "Algip Fayed è morto durante un'operazione svolta in segreto da militari vicini al Generale Al Lalloh ed è stato decretato un giorno di lutto nazionale in ricordo del Giornalista scomparso."

Il segretario del generale Al Lalloh smentisce la notizia chiedendo di vedere il corpo del Giornalista.


--------------------
user posted image
user posted image

user posted image
Top
User is offlinePMEmail Poster
Quote Post

Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Closed TopicTopic OptionsStart new topic

 


Lo-Fi Version
Time is now: 26th September 2017 - 22:33